Modulistica Fisco

Modelli di dichiarazione | Assistenza dichiarazione dei redditi Milano

Se hai bisogno di assistenza per la dichiarazione dei redditi o per la compilazione e presentazione delle dichiarazioni, i nostri commercialisti a Milano sono a tua disposizione. Contatta lo Studio di Dottori Commercialisti Ettore Colella.

Modello 730/2013 – pdf

Il modello e le istruzioni già contengono le modifiche introdotte con il provvedimento del 4 marzo 2013.
Il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati. Il modello 730 può essere utilizzato per dichiarare le seguenti tipologie di reddito:

  • redditi di lavoro dipendente
  • redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (per esempio, i redditi percepiti dai co.co.co e dai lavoratori a progetto)
  • redditi dei terreni e dei fabbricati
  • redditi di capitale
  • redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Iva (per esempio, i redditi derivanti dallo sfruttamento economico di opere dell’ingegno)
  • alcuni dei redditi diversi (per esempio, i redditi di terreni e fabbricati situati all’estero)
  • alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata (per esempio, i redditi percepiti dagli eredi e dai legatari)

Modello 770/2013 Ordinario – pdf

Il modello 770/2013 Ordinario deve essere utilizzato per comunicare i dati relativi a:

  • ritenute operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale, operazioni di natura finanziaria e indennità di esproprio
  • versamenti effettuati, compensazioni operate e crediti d’imposta utilizzati.

Modello 770/2013 Semplificato – pdf

Nel modello 770 Semplificato vanno indicati:

  • dati relativi alle certificazioni rilasciate ai contribuenti ai quali sono stati corrisposti:
  • redditi di lavoro dipendente, equiparati (per esempio, le pensioni e i crediti di lavoro riconosciuti in sentenza) e assimilati (per esempio, compensi percepiti da soci di cooperative di produzione e lavoro, remunerazioni dei sacerdoti, assegni periodici corrisposti al coniuge)
  • indennità di fine rapporto
  • prestazioni in forma di capitale erogate da fondi pensione
  • redditi di lavoro autonomo
  • provvigioni e redditi diversi
  • i dati contributivi, previdenziali, assicurativi e quelli relativi all’assistenza fiscale prestata per il periodo d’imposta cui si riferisce la dichiarazione
  • i dati dei versamenti effettuati, dei crediti e delle compensazioni operate (solo quando il sostituto d’imposta non è obbligato a presentare anche il modello 770 Ordinario)
  • i dati relativi alle somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi nonché le ritenute operate sui bonifici disposti dai contribuenti per usufruire di oneri deducibili o per i quali spetta la detrazione d’imposta.

Modello Consolidato nazionale e mondiale 2013 – pdf

Il modello Consolidato Nazionale e Mondiale con le relative istruzioni è stato approvato con Provvedimento del 31/01/2012 (Pubblicato il 07/02/2012).

Modello Cud 2013 – Schema di certificazione – pdf

Il Cud è la certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente, assimilati (per esempio, compensi percepiti da soci di cooperative di produzione e lavoro, remunerazioni dei sacerdoti, assegni periodici corrisposti al coniuge) e di pensione che il datore di lavoro, o l’ente pensionistico, rilascia ai propri dipendenti o pensionati per attestare le somme erogate e le relative ritenute effettuate e versate all’Erario.

Schema di certificazione degli utili e dei proventi equiparati (Cupe) – pdf

La Certificazione degli utili e dei proventi equiparati (Cupe) deve essere rilasciata, entro il 28 febbraio, ai soggetti residenti nel territorio dello Stato percettori di utili derivanti dalla partecipazione a soggetti Ires, residenti e non residenti, in qualunque forma corrisposti.

Modulo 04 – Dichiarazione di successione – pdf

Il presente Modulo 4 “Dichiarazione di successione” sostituisce quello finora usato per uniformarne la veste grafica alle altre dichiarazioni fiscali.

Il modello è composto da più quadri, contrassegnati da una lettera e da un titolo, nei quali vanno indicati gli eredi e i legatari, l’attivo ereditario (costituito da immobili e diritti reali immobiliari, azioni, titoli, quote di partecipazione non quotate in borsa né negoziate al mercato ristretto, aziende, altri beni, beni trasferiti a titolo oneroso negli ultimi sei mesi dal defunto ed eventuali detrazioni), le donazioni e le liberalità effettuate dal defunto e le passività. L’ultima parte è, invece, riservata all’ufficio.

Modello di denuncia 2012 dell’imposta sulle assicurazioni dovuta sui premi ed accessori incassati – pdf

Le imprese di assicurazione, entro il 31 maggio devono comunicare all’Agenzia delle Entrate, l’ammontare complessivo dei premi e accessori incassati nell’anno precedente, per i quali va pagata l’imposta sulle assicurazioni, distinti per categorie di assicurazioni.

Modello Irap 2013 – pdf

I contribuenti soggetti a Irap devono dichiarare, in ogni periodo d’imposta, i componenti positivi e negativi che concorrono alla formazione della base imponibile, anche se non si genera alcun debito d’imposta. La dichiarazione Irap deve essere presentata, esclusivamente in via telematica, all’Agenzia delle Entrate entro il 30 settembre.

IVA 2013

Modello di adesione e variazione Iva di gruppo (Iva 26) – pdf

Il modello di “Dichiarazione di adesione al regime previsto per le societá controllanti e controllate e Comunicazione delle variazioni”  deve essere presentato dagli enti o società controllanti che si vogliono avvalere, per un determinato anno solare, della particolare procedura di compensazione dell’Iva relativamente ad una o più società considerate «controllate» : società le cui azioni o quote sono possedute, direttamente, o indirettamente attraverso altre società controllate, per una percentuale superiore al 50% del loro capitale fin dall’inizio dell’anno solare precedente (Dm 13/12/1979).

Il modello deve, inoltre, essere presentato dagli enti o società controllanti per comunicare le variazioni intervenute nel corso dell’anno e relative ai dati indicati in occasione della presentazione della dichiarazione di adesione (articolo 3, comma 4, del Dm 13/12/1979)

Modello e istruzioni Iva 26 Lp/2013 – pdf

l modello Iva 26Lp contiene il riepilogo delle liquidazioni periodiche effettuate dalle società partecipanti alla procedura. Deve essere presentato dalla controllante all’agente della riscossione territorialmente competente entro gli stessi termini previsti per la presentazione della dichiarazione annuale Iva (30 settembre).

Modello Iva 74 bis 2013 – pdf

I curatori o i commissari liquidatori, entro quattro mesi dalla data di nomina, devono presentare una dichiarazione ai fini Iva relativa alle operazioni effettuate nella frazione dell’anno precedente alla dichiarazione di fallimento o di liquidazione coatta amministrativa, utilizzando il modello Iva 74 bis.

Modello Iva Base/2013 – pdf

Per la presentazione della dichiarazione annuale Iva è possibile utilizzare, in alternativa al modello tradizionale, un modello semplificato denominato “modello Iva base“. A partire dall’anno di imposta 2012, il rimborso non va più richiesto attraverso il quadro VR (che è stato soppresso), ma compilando il quadro VX.

Modello Iva/2013 – pdf

Il modello Iva annuale deve essere utilizzato sia dai contribuenti tenuti alla sua presentazione in via autonoma, sia dai contribuenti obbligati a comprenderla nel modello Unico. A partire dall’anno di imposta 2012, il rimborso non va più richiesto attraverso il quadro VR (che è stato soppresso), ma compilando il quadro VX.

 

Operazioni intracomunitarie (Intra 12/13, Intrastat, dichiarazioni di intento)

Dichiarazione di acquisto intracomunitario da parte di enti, associazioni o altre organizzazioni non soggetti passivi d’imposta (Intra 13)

I contribuenti non soggetti Iva, che intendono effettuare acquisti intracomunitari di beni soggetti ad imposta fino al raggiungimento del limite di 10.000 euro e che non hanno optato per l’applicazione dell’imposta in Italia su questi acquisti, devono dichiarare, all’ufficio competente in relazione al domicilio fiscale:

  • l’ammontare dell’acquisto in corso
  • l’ammontare complessivo degli acquisti effettuati nell’anno.

Dichiarazione mensile degli acquisti di beni e servizi effettuati da enti non soggetti passivi d´imposta e da agricoltori esonerati (Intra 12)

Gli enti, le associazioni, le altre organizzazioni senza personalità giuridica e le società semplici che esercitano in maniera esclusiva o principale attività commerciali o agricole (articolo 4, quarto comma, del Dpr 633/1972) e i produttori agricoli (articolo 34, sesto comma, del Dpr 633/1972), che hanno effettuato acquisti intracomunitari di beni oltre il limite di 10.000 euro oppure che hanno optato per l’applicazione dell’imposta in Italia su questi acquisti devono dichiarare all’ufficio dell’Agenzia delle Entrate competente in relazione al domicilio fiscale, l’ammontare degli acquisti intracomunitari di beni registrati nel mese precedente, l’ammontare dell’imposta dovuta e gli estremi del relativo versamento

Dichiarazioni di intento (esportatori abituali)

Chi vende beni o fornisce servizi a operatori non obbligati al pagamento dell’Iva sugli acquisti deve trasmettere all’Agenzia delle Entrate una specifica comunicazione.
Possono acquistare senza pagamento dell’imposta i cosiddetti esportatori abituali, coloro, cioè, che nell’anno solare precedente o nei 12 mesi precedenti, hanno registrato esportazioni e altre operazioni a esse assimilate per un ammontare superiore al 10% del volume d’affari conseguito nello stesso periodo (per esempio, coloro che nel 2011 hanno avuto un volume d’affari di 100.000 euro e hanno effettuato esportazioni per un valore superiore a 10.000 euro).

Per acquistare senza pagamento dell’Iva gli esportatori abituali devono presentare ai loro fornitori una dichiarazione d’intento. I fornitori, a loro volta comunicano i dati della dichiarazione entro il termine di effettuazione della prima liquidazione periodica IVA, mensile o trimestrale, nella quale confluiscono le operazioni realizzate senza applicazione dell’imposta.
La comunicazione va trasmessa, solo in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati (per esempio, professionisti, associazioni di categoria, Caf, ecc.)

Dichiarazioni elenchi riepilogativi operazioni intracomunitarie (Intrastat): i modelli INTRASTAT sono pubblicati sul sito dell’Agenzia delle Dogane

 

Unico Pf/2013

Unico persone fisiche è un modello unificato che permette di presentare più dichiarazioni fiscali. Devono compilare la dichiarazione in forma unificata i contribuenti tenuti alla presentazione sia della dichiarazione dei redditi sia della dichiarazione Iva (escluse alcune categorie di contribuenti chiamati a presentare la dichiarazione Iva in forma autonoma).

Aggiornati con Provvedimento del 12/02/2013:

Modello Unico Pf 2013 fascicolo 1 – pdf

Modello Unico Pf 2013 fascicolo 2 – pdf

Modello Unico Pf 2013 fascicolo 3 – pdf

Indicatori di normalità economica Unico Pf 2013 – pdf