Entrate tributarie internazionali: corrono Francia e Portogallo

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato il report delle entrate tributarie internazionali relativa a gennaio 2014

Entrate tributarie internazionali-EttoreColella-Milano

Click per ingrandire

Lo scopo di questo report , infatti, è solo quello di fornire informazioni tempestive per ciascuno dei Paesi oggetto di osservazione, sui tassi di variazio ne tendenziali delle entrate tributarie del settore statale.

L’andamento tendenziale delle entrate tributarie di gennaio 2014 mostra: una crescita sostenuta per il Portogallo (+10%) e la Francia (+5,4%); una crescita per Italia ( +3,5% ) e Germania ( +3,3% ); una sostanziale stabilità per il Regno Unito ( – 0,9% ); una variazione negativa per l’Irlanda ( -17,1% ).

Nel primo mese del 2014 l’andamento delle entrate tributarie conferma la marcata variabilità tra i Paesi già osservata nel corso del 2013. Cresce a ritmi sostenuti il gettito tributario del Portogallo ( +10% ), confermando la crescita sostenuta registrata in tutto il 2013. Prosegue la dinamica positiva del gettito tributario della Francia che a gennaio fa segnare nuovamente un elevato tasso di variazione tendenziale (+5,4%), in linea con la media dello scorso anno.

Sebbene in misura meno accentuata, anche l’Italia registra una crescita del gettito tributario  (+3,5% ), mostrando un tasso di variazione tendenziale superiore rispetto alla media del 2013. Il gettito del Regno Unito rimane a gennaio sostanzialmente stabile ( -0,9% ). Tale risultato si pone in netta controtendenza rispetto al trend positivo del 2013.
L’Irlanda, che ha presentato nel corso del 2012 e nel primo mese del 2013 il tasso di crescita più elevato, mostra a gennaio un tasso di variazione tendenziale sensibilmente negativo (-17,1% ), per effetto del calo di gettito derivante sia dalle imposte sui redditi delle persone fisiche sia dall’imposta sulle società e dall’imposta sul valor e aggiunto. Infine, la Germania continua a registrare una dinamica favorevole delle entrate ( +3,3% ), esattamente in linea con la media osservata nel corso del 2013.

FONTI
Francia: Ministère du Budget, des comptes publics, de la fonction publique et de la réforme de l’État.
Germania: Bundesministerium der Finanzen.
Irlanda: Department of Finance.
Italia: Ministero dell’Economia e delle Finanze, Dipartimento delle Finanze.
Portogallo: Ministério das Finanças e da Administraçào Pùblica.
Regno Unito: HM Treasury.
Spagna: Ministerio de Economía y Hacienda.

One thought on “Entrate tributarie internazionali: corrono Francia e Portogallo

  1. Pingback: Entrate tributarie internazionali: corrono Fran...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>